HOT IN HERE

Buongiorno Girls, oggi FattiFatty vi parla di caldo… molto caldo!TUAREG.jpg

Ogni anno sembra che le temperature si alzino sempre di più, e conciliare l’essere vestite decentemente con i 40 gradi non è cosi facile, per questo vi vengo in soccorso con un paio di dritte su come affrontare il caldo torrido di questo agosto!

MUST HAVE

  • TESSUTI: cotone e lino ecco cosa ti occorre! Scegli tessuti traspiranti e sopratutto naturali che non irritano la pelle e che non ti si attaccano addosso dopo una lunga giornata sotto il sole! Elimina del tutto i tessuti sintetici come il nylon o il poliestere, la pelle soffoca e ti fanno sudare come un mulo, creando l’effetto ascella pezzata e un pessimo odore!

    TESSUTI.jpg
    FattiFatty #SummerCollection in PURO COTONE scoprila tutta —>https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1723671827938469.1073741865.1624030264569293&type=1&l=32a399dca0
  • COLORI: i colori possono aiutarti a percepire mero il caldo, il mio amato total white è perfetto per l’estate, tecnicamente riflette la maggior parte dei raggi solari assorbendone una quantità minima, al contrario del nero che invece li attira tutti a se! Per quanto riguarda il resto dell’arcobaleno evita i colori troppo vivaci perché rendono più evidenti gli aloni di sudore e opta per i colori pastello!

    AZZURRO.jpg
    La delicatezza dell’azzurro 💙
    – Gonna microrighe verticali azzurro Tg. L: 25€
    – Foulard: 7€
  • NO STRETCH: indossa abiti ampi e svasati è inutile torturarsi con jeans aderenti e gonne a tubino, scegli invece i pantaloni a palazzo, anche alla caviglia, e gonne comode, per far respirare la pelle e sentirti più leggera per tutta la giornata.

    FUCSIA.jpg
    La FattiFatty righe fucsia è disponibile nelle tg. S-M-L!

DA ELIMINARE

  • SHORTS: stare scoperti non significa avere meno caldo, cit. i tuareg del deserto! Indossali solo per la spiaggia e non di certo in città. La cosa migliore è coprirsi almeno fino a metà coscia: il rischio più grande, anche per le “meno grasse” è quello di irritarsi l’interno coscia, la sofferenza è atroce e vi ritroverete a camminare a mò paperina!

    fb_img_1499367134671.jpg
    perfect combo shorts inguinale, stivali e cullilite!
  • STIVALI: so che figo indossare il mini abito fiorato con lo stivalaccio da biker, ma credimi  con queste temperature no! Punto primo non vorrei essere accanto a te quando toglierai le scarpe, punto secondo goditi l’estate e la possibilità di avere i piedini liberi e felici! stivali-in-spiaggia.png
  • FASCIA: i top a fascia che lasciano completamente scoperte le spalle sono da evitare. Innanzitutto metterai troppo esposta una zona delicata del corpo, sei a rischio scottature soprattutto se cammini molto all’aperto, in più la fascia è quasi sempre di cattivo gusto e nessuno vuole vedere le tue ascelle sudate, nè tanto meno starci a contatto, NB usa il deodorante… però prima di usarlo lavati e depilati!!!!ALTOLA

Care bellezze sotto al sole cocente questi erano i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

 

FERRAGOSTO BY NIGHT

Buongiorno Girls oggi FattiFatty vi parla del Ferragosto!falo.jpg

La settimana prossima a quest’ora sarà la vigilia di ferragosto, c’è chi inizierà a festeggiare per finirla l’indomani, chi si dedicherà alle scampagnate e chi andrà a fare il bagno, nel mio caso il 14 di agosto si fà il bagno di mezzanotte e il 15, dopo un’estenuante processione, si mangia a sprofusione in onore del santo patrono la Madonna Assunta!

Non conoscendo le vostre tradizioni mi baserò su quello che il mio paesino mi ha sempre offerto e cioè spensierati falò in spiaggia, musica, gavettoni e tanto alcool,  per consigliarvi un perfetto da outfit da SPIAGGIA ma BY NIGHT!

MUST HAVE

  • PEZZO INTERO: stando al mio articolo FATTIFATTY BY THE SEA  dovreste già averne uno nell’armadio! Se avete delle difficoltà ad indossarlo di giorno a causa dei brutti segni dell’abbronzatura, con la tintarella di luna non avrete problemi! Il tuo pezzo intero sarà il protagonista della notte, osa con scolli vertiginosi e colori sgargianti! Non intimidirti se hai una particolare forma di fisico a qualche kiletto in più, scegli costume intero che fa per te seguendo i consigli di BEACH GIRL e andrà tutto liscio! pezzo intero
  • ACCESSORI: dai sfogo alla fantasia con tanti accessori, vistosi e particolari! Fondamentali gli accessorio tra i capelli, come foulard o corone di fiori, un tocco gipsy oppure anni 50′, per una serata super wild e fashion! Capelli intrecciati oppure le naturalissime beach waves, acconciature semplici da ottenere anche per le più imbranate come Clio!

    foulard.jpg
    I foular FattiFatty sono perfetti per creare pettinature semplici e particolari! Ecco come acquistarli e come indossarli
  • KAFTANO: non solo per la leggera brezza notturna, ma anche per essere aurea e svolazzante, il Kaftano o anche il kimono, esotico e fresco ti farà sentire coperta e composta, anche durante un falò, ma allo stesso tempo super sexy con effetto vedo non vedo e trasparenze. falò.png

DA ELIMINARE

  • ABITO DA SERA: non c’è niente di più inopportuno dell’indossare un abito elegante durante una festa in spiaggia. Pensa a quell’abito per le grandi occasione, in un tessuto prezioso, con dettagli particolari e dimenticalo! Il falò in spiaggia e poco più della giornata al mare e poco meno della pizza con gli amici, come vedi il gran galà non è previsto in questo intervallo!

    250447
    prendiamoci solo il meglio stile gipsy
  • MAKE UP: non ci si trucca per andare al mare e questo lo sappiamo, ma ora è sera e devi andare ad una festa e quindi ti si accende una lampadina. Il problema è che il 14 di agosto fa molto caldo, finirai in acqua, volente o nolente, e non avrai la lucidità per controllare se l’eyeliner si è sbavata. Quindi evita il trucco alla Moira Orfei (la buon’anima), e usa solo i seguenti 3 prodotti: mascara, rossetto mat e illuminante, il tutto rigorosamente waterproof!joker
  • SCARPE VERTIGINOSE: lascia stare le zeppe e soprattutto il sandalo gioiello tacco 12, non solo saresti inopportuna ma anche scomoda! E’ davvero un peccato indossare un paio di scarpe di qualità per questa occasione, si rovineranno e 90% non le troverai più a fine serata! Scegli scarpe super flat e con l’allacciatura alla caviglia, perfette le jelly che sono anche a prova di gavettone!

    cose molto strane
    le cose strane di internet

Care bellezze al chiar di luna questi erano i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

LA VALIGIA SUL LETTO

Buon Giorno Girls, oggi FattiFatty vi parla di vacanze!

Urrà è estate, si parte, si va in vacanza e ci si diverte… tutto ciò dopo che hai preparato la valigia!

Ti riprometti sempre di imparare dai tuoi errori e di non esagerare come al solito: tanto sforzo inutilmente, per poi stare sempre con bikini ed infradito! Macchè, ogni anno la stessa storia, ti ritrovi tutta sudata a trascinare bagaglio più grosso di te (come Tess)!

valiagia
Ricorda di portare la T Shirt di FattiFatty: in vacanza è un must! Ecco come abbinarla e dove acquistarla

Esistono 2 categorie di donne: ci sono le lamentose/gatte morte che partono col tacco 12 e senza reggiseno, elemosinando con occhio languido una mano al fustaccio a fianco; poi ci sei tu, donna forte e determinata, non chiederesti aiuto nemmeno in punto di morte, e ti ostini a caricarti come un mulo! Bhè la cosa peggiore è che le prime l’avranno vinta, avranno il parta borse e l’appuntamento a cena fuori, tu ti slogherai un polso e non accalappierai nessuno!

A parte gli scherzi, tutte le donne esagerano un pò con i bagagli, vogliamo essere pronte a qualsiasi evenienza, anche quelle più improbabili, ma incontriamo un unico ostacolo: il peso massimo del bagaglio da imbarco!

Ergo, onde evitare pietosi sperpetui al check in, segui i miei consigli:

  • COME PARTI COSI’ TORNI: non so su al norde come si usa fare, ma io quando parto e torno da Napoli sto vestita uguale! E’ il primo modo per eliminare il superfluo, il viaggio è breve, appena arrivi ti spogli, quando torni è la stessa cosa… vabbè almeno per il ritorno cambiati la maglia! Indossa le cose più ingombranti per il viaggio, come il cappello di paglia e la borsa per il mare (non si piegano quindi non ci entrano materialmente in valigia), il giubbetto di jeans (che ci vuole sempre), la scarpa con la zeppa!

    outfit partenza.png
    RITROVERETE PARECCHI DI QUESTI ACCESSORI NELLE IMMAGINI SUCCESSIVE!
  • COSA TI SERVE DAVVERO?!: calcola quanti giorni stari fuori casa e quanti outfit dovrai confezionare, ne bastano 2 al giorno, uno per il giorno e uno per la sera, non di più!
  • PER IL GIORNO:  restano fermi il cappello e la borsa di paglia e gli occhiali da sole! PARTI DALLE SCARPE, te ne servono solo 2 paia e devono essere belle, comode e abbinabili: un’infradito di gomma attaccato alla caviglia o un paio di superga per le giornate più wild e all’avventura, e un paio di zeppe per gli aperitivi fino al tramonto. Scegliendo le scarpe farai già buona parte della scrematura di ciò che puoi abbianarci sù! Di COSTUMI da bagno invece ne servono uno per ogni giorno di mare, è il capo che avrai più tempo addosso (e che sarà destinatario di più fotografie ;-))! Gioca con i COPRI COSTUME, ne servono la metà rispetto ai giorni di mare e puoi mixarli tra di loro per avere sempre look diversi!
outfit mare
ps porta sempre un outfit TOTAL WHITE
  • PER LA SERA: anche qui si parte dalle SCARPE, un paio con il tacco (non troppo alto, perchè è una vacanza e non puoi rovinartela col mal di piedi) e l’altro raso terra con applicazioni preziose! Fermo restando le scarpe prepara tanti ABITI quante sono le sere che trascorrerai in vacanza, facendo ben attenzione a differenziare quelli per le serate in discoteca da quelli per la passeggiata romantica sul porto. A questo punto arricchiscili con collane, bracciali e orecchini sempre diversi (tanto occupano poco spazio) e poi abbina a due a due una borsa o una pochette! OUTFIT SERA.png

 

  • LA VALIGIA SUL LETTO (QUELLA DI UN LUNGO VIAGGIO):tutto ciò prima di entrare in valigia deve essere comodamente esposto sul tuo letto, per capire se tutti gli abbinamenti a incastro che hai fatto funzionano davvero! Lo scenario sarà post apocalittico, ma poi ti sarà molto più facile mettere le cose in valigia senza impazzire e soprattutto riprenderle una volta arrivata a destinazione!

 

Sembra facile no?! Allora mettiti all’opera, le vacanze si avvicinano, se vuoi altri consigli chiedi a FattiFatty!

TOTAL WHITE NOW

Buongiorno Girls oggi FattiFatty vi parla di BIANCO!

rihanna_billiboard.jpg
Riri adora vestirsi di bianco, e lo fa molto spesso, ma questo tallieur è sicuramente la sua performance migliore!

Il bianco, candido e luminoso, così semplice eppure così difficile da indossare! Quando si tratta di indossare un capo di abbigliamento bianco i dubbi che ti assalgono sono vari:

  1. sembro un gelataio!?
  2. se il nero sfina il bianco ingrassa!?
  3. ma poi subito mi sporco?!

    Il-bianco-ingrassa.jpg
    Non è il bianco che ingrassa… senti a me!

Ebbene ragazze è il momento di farci forza, e di sfruttare i capi di abbigliamento di questo colore … sempre con le dovute accortezze. L’argomento casca a fagiolo in quanto siamo in estate, il momento migliore dell’anno per indossare questo colore, fresco e spensierato, adatto tanto alla cena di gala quanto al falò in spiaggia!

Oggi voglio proprio osare: l’oggetto dell’articolo di oggi non è solo il WHITE… ma il TOTAL WHITE!

MUST HAVE

  • ABBRONZATURA: per indossare un completo TOTAL WHITE la cosa più importante è sicuramente il colore della tua pelle! Diciamo che il ton sur ton tra il pallore del tuo viso e il capo che indossi non costituisce un buon esempio di total withe! Avere una pelle dorata e colorita è fondamentale per indossare questo colore, l’abbronzatura e il bianco si esaltano a vicenda! Ovviamente sto parlando di abbronzatura naturale, sono totalmente contraria a quella artificiale con l’autoabbronzante, un subdolo mezzuccio che potrebbe costarti macchie di marrone/arancione! Se sei una fan instancabile di questo prodotto almeno fai attenzione a applicarlo almeno 24 ore prima di indossare un capo bianco! Sono invece molto favorevole agli oli secchi e alle creme idratanti leggermente ambrati che risaltano l’abbronzatura e la naturale lucentezza della pelle senza effetto Fake!

    gabourey-sidibe-71st-annual-golden-globe-awards-02.jpg
    Gabourey Sidibe di certo non è magra, ma questo abito bianco le sta benissimo… tutto merito del fantastico colore della sua pelle! 
  • MIX & MATCH: come per tutti gli altri colori, anche per il bianco non abbiamo una nota cromatica univoca, infatti esistono diversi tipi di bianco:  avorio, bianco antico, perla, porcella; se pensi che poi questi vari bianchi possono anche essere applicati a tessuti diversi allora la varietà diventa ancora più ricca! Per evitare l’effetto piattume del TOTAL WHITE prova a mixare diversi “bianchi” e diversi tessuti! Ovviamente ci troviamo in un livello avanzato MIX & MATCH… perchè non sempre questi abbinamenti sono azzeccati, la verità è che c’è una linea sottile, come sempre, tra fashion e orribile!  Mantieniti quindi su  max 2 tipologie di bianco e fai bene attenzione a vedere se i tessuti vanno d’accordo! Ad esempio un jeans bianco si abbina perfettamente con una canotta a costine o una maglia di filo bianca! 

    gwen.jpg
    Una delle due bionde che amo, Gwen Stefani, l’altra è Pink, abbina il bianco candido con un pantalone in seta avorio. Il suo street style è super fashion!
  • WHITE E CARNE: dirai tu: smorzo il TOTAL WHITE con un tacco 12 fluorescente! Ti prego no, non rovinare la finezza del bianco con colori troppo forti, o fantasie animalier… o peggio ancora entrambe le cose insieme! Usa invece il color nude per scarpe e borsa, mentre per gli accessori opta per il dorato così da richiamare la tua abbronzatura, in questo modo il fascino del monocromo resta intatto senza diventare anonimo! Quando parlo di “carne” mi riferisco anche all’intimo: gli abiti bianchi al 90% sono trasparenti quindi lasciate a casa pizzi e merletti, eliminati il nero e il multicolor e, a mio avviso, evitate anche il bianco, perchè la verità è che si vede lo stesso, l’effetto migliore lo da prorpio l’intimo color carne, che in se per se è orribile, ma in questo caso necessario!

    kate.jpg
    La finezza di Kate Middelton che non affonda con i tacchi nel prato è esaltata da questo abito bianco, le scarpe perfette… per non parlare del cappellino, dopo tutto cosa ti aspettavi dalla Duchessa di Cambridge?!

DA ELIMINARE

  • ALONE: allora abbiamo detto che il bianco è aureo, fresco, delicato. L’opposto di queste qualità è l’alone che ti si fa sotto l’ascella quando usi un deodorante sbagliato o la macchia di trucco attorno al collo della tshirt. Quindi, per favore se sei maldestra non usare il bianco… no vabbè scherzo ci sono delle soluzioni: se hai il problema della sudorazione usa gli assorbenti ascellari… non ridere, esistono; per quello del trucco invece non trovo utile la tecnica di vestirsi dopo… perchè è proprio in quel momento che finisci di sporcarti, io dico che l’ideale è vestirsi prima e poi, prima di truccarsi, bisogna coprirsi con qualcosa di molto ampio, tipo Burca, in modo che la caduta naturale dell’ombretto avvenga liberamente ma senza sporcare l’indumento prescelto per la serata! In ogni caso se sapete di essere imbranate tenete a portata di mano una penna smacchiatore, giusto per limitare i danni! ps cestina immediatamente tutti i capi, compresi l’intimo, non più bianchi, cd ingialliti dal tempo, effetto barbona assicurato!

    MIRANDA
    Anche la Top Miranda Kerr suda… della serie “avoglia di mettere il profumo se hai l’ascella pezzata” !
  • OCCHIO AL FISICO: il TOTAL WHITE può essere indossato da qualsiasi tipologia di fisico e anche dalle donne curvy,  perchè come ho detto nell’articolo Curvy Power non è tanto il coloro scuro che giova ma il monocromo! In verità ci sono alcuni accorgimenti a seconda della tipologia di fisico quando si vuole osare con questo colore: per le PERE, che hanno come punto forte sedere e cosce, vanno eliminati i pantaloni aderenti e di tessuti sottili come in cotone o in jersey scivolato, optate per tessuti più consistenti come i jeans o almeno più morbidi come il lino; per le MELE, che hanno come punto forte pancia e spalle, sono vietate le maglie a “tendaggio” ovvero con troppo tessuto e quelle a fascia, devi optare per l’asimmetrico e a evidenziare il punto vita; le BANANE …. che ve lo dico a fare, ci vuole struttura, forma e volume, altrimenti su un fisico come questo il bianco muore, puntate quindi  sulle maniche a sbuffo e colli di camicie rigidi, messe dentro a pantaloni a vita alta!

    mela banana pera.jpg
    Ecco a voi rispettivamente una Mela, una Banana e una Pera, tutte bellissime in TOTAL WHITE!
  • MERCATINO: io sono una grande fan dei mercatini però non sono sempre il luogo adatto per acquistare capi di questo colore. Il bianco è un colore molto complicato e la bassa qualità diventa difficile da mascherare. I tessuti scadenti tendono a essere lucidi e di una consistenza plasticosa, in più avendo una maggiore percentuale di poliestere ti faranno sudare di più, e qui andiamo incontro al “da eliminare” numero 1: l’alone! Opta invece per una qualità medio/alta quando indossi il bianco, in più un buon tessuto veste sicuro meglio e modella il corpo alla perfezione, cosa da non sottovalutare considerando la delicatezza della situazione! MERCATO.jpgIl colore bianco è tutto e niente, comprende tutti i colori dello spettro luminoso ed è l’opposto del nero; fresco e solare è perfetto per la tua estate, esprime carica, sicurezza, orgoglio e fierezza ma soprattutto estrema eleganza!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

Music On

Buongiorno Girls oggi FattiFatty vi parla del suo secondo grande amore: la musica

wp-1499896226928.jpg
30 Seconds to Mars- IPPODROMO DELLE CAPANNELLE(RM)- 2011—> CLOSER TO THE EDGE

Ricordo ancora il mio primo concerto, minorenne malvestita al seguito di Vasco Rossi, jeans, t-shirt, scarpe da ginnastica e felpa con la zip. Da lì ne è passata di acqua sotto i ponti, e il gusto musicale si è evoluto tanto quanto il mio gusto nel vestire (per fortuna) per questo motivo mi sento in pieno diritto di dare consigli di stile e anche consigli musicali!

wp-1499895660302.jpg
Sir Robbie Williams- SAN SIRO (MI)- 2013—> COME UNDONE

L’oggetto di questo articolo sono i concerti negli stadi, palazzetti, festival, arene che prevedono un certo tipo di outfit, dove la parola d’ordine è sicuramente comodità, ma questo non ti legittima di certo a vestirti come una barbona!

wp-1499895366299.jpg
Adele- ARENA DI VERONA (VR) 2016—> MILLION YEARS AGO

Ovviamente ci sono diverse variabili da considerare quali la stagione, se lo spettacolo si terrà al chiuso o all’aperto e in questo secondo caso se è in uno stadio o in mezzo a una terra come succede ai festival…e anche il genere musicale. Eh si io faccio anche questa distinzione, non è che sia proprio una una regola, ma mi viene naturale “conformarmi” al mood della giornata, è un po come se ci fosse un dress code implicito.

wp-1499895614746.jpg
Nina Zilli- ARENILE (NA) 2013—> BACIO D’A(D)DIO

 MUST HAVE

  • SCARPE CHIUSE: e inutile che ci giriamo intorno, le scarpe al concerto devono essere chiuse, punto! Le motivazioni sono diverse:
  1. la scarpa chiusa è più comoda e siccome si prevede di stare in piedi dalle 5 alla 10 ore è meglio non osare;
  2. ci saranno milioni di persone pronte a calpestarti i piedi, una protezione tra te e il tuo french piedicure è necessaria!

Sia ben chiaro, io odio le scarpe da ginnastica, ma al concerto non se ne può proprio fare a meno, ovviamente cerca di aver cura nello scegliere il modello! Una valida alternativa estetica (non di certo per la tua schiena) sono le espadrillas che stanno bene un pò con tutto, anche con i vestitini, stesso discorso vale per gli stivaletti, che siano in camoscio o pelle, che fanno parecchio rock n’ roll!

Muse- STADIO OLIMPICO (RM) 2013—> RESISTANCE
  • COLORFUL: siccome “We are all strange, it ain’t never ever ever gonna change” come dice LP, manifesta la tua stranezza senza paura! I concerti sono il luogo adatto per esprimersi al 100%, in primis perchè chi ama la musica non ha tabù e poi ci sarà sempre qualcuno più strano di te! Vuoi mettere poi che il tuo idolo potrebbe notarti in mezzo alla folla per la tua magnifica acconciatura e ti inviti a salire sul palco? Devi essere super… super particolare!
    wp-1499895450707.jpg
    Editors- UNIPOL ARENA (BO) 2014—> NO SOND BUT THE WIND

    Via libera all’abbigliamento bizzarro con colori sgargianti, qualsiasi cosa che ti renda visibile dall’alto è fondamentale come cappelli, fasce per capelli, bandane e anche il make up fa la sua parte, ma cerca di puntare sui rossetti, magari fluorescenti, per il resto non durerà molto… solitamente ai concerti si muore dal caldo!

  • TRACOLLA: la cosa più importante è senza dubbio la borsa! Capirai… oggigiorno per quello che ti lasciano portare al di là dei tornelli, quasi potresti farne a meno. I controlli infatti sono serratissimi, non si possono portare oggetti pericolosi e per questi si intendono anche bottiglie d’acqua, a meno che non ci togli il tappo, in modo che dopo 2 salti ti sarai fatta la doccia ma avrai la gola secca! In ogni caso c’è un kit di sopravvivenza al concerto che devi necessariamente avere con te: cellulare, portafogli con il minimo indispensabile, fazzoletti, salviette imbevute, cipria, rossetto, VENTAGLIO (obbligatorio), un elastico per capelli!
    20170615_195955.jpg
    Bruno Mars- FORUM DI ASSAGO(MI) 2017—> VERSACE ON THE FLOOR

    Per tutto ciò è più che sufficiente una borsa a tracolla, da portare sul lato, senza avere il terrore che qualcuno ti stia derubando e senza lussarti nessuna spalla. Sconsiglio vivamente lo zainetto, generalmente molto fashion e potenzialmente adatto a queste situazione, ma poi finirai per mettertelo avanti, con un fastidio assicurato per tutto il concerto!

DA ELIMINARE

  • JEANS: sfatiamo il falso mito che il jeans sia un capo comodo, sopratutto a 40 grandi! No, i jeans sono scomodi, ti si attaccano addosso e ti limitano i movimenti. Opta invece per pantaloni di cotone, anche pantaloncini se puoi permetterteli e perché no anche dei vestitini!
    fb_img_1499367134671.jpg
    Sottolineo: i pantaloncini li puoi indossare SOLO se te li puoi permettere! Vuoi mica fare questa fine?!

    L’importante e non restare a chiappe al vento e in ogni caso devi stare a tuo agio quindi indossa una guaina o una culotte sotto il vestitino e andrà tutto bene (un pantaloncino intimo ti aiuterà anche a non irritarti l’interno coscia)!

    wp-1499880045299.jpg
    In giallo al concerto di Robbie Williams a Milano nel 2013; in claustrofobici jeans neri al concerto di Muse a Londra nel 2011!
  • TOO MUCH: non ti voglio di certo sciatta ma nemmeno addobbata come un albero di natale, sarebbe davvero inopportuno! Intanto ai concerti fa sempre caldo, anche se è il 25 dicembre, quindi non impiastricciarti la faccia col trucco perché colerai a picco dopo 15 minuti, e non indossare orecchini o collane pendenti e sbriluccicose, lasciali per le serate in discoteca, le trasparenze, i pizzi e i merletti sono out!
    wp-1499896624436.jpg
    Negrita- CASA DELLE MUSICA (NA) in un non così lontano 2012–> IN OGNI ATOMO 

    Per andare sul sicuro opta per una t-shirt bianca con stampa, con le maniche risvoltate, perfette sia per il viaggio che per il concerto, per i pantaloni invece evita il bianco, è un colore troppo delicato e finirai con macchiarti di erba o di terra, o semplicemente di olio della frittata di pasta che ti sei portata come “spuntino”.

    wp-image-892367416jpg.jpg
    Rag n bone man–> LUCCA SUMMER FESTIVAL (LU) 2017–>  HARD COME THE RAIN 
  • 70’STYLE: non siamo più negli anni70′ e tu non sei una Hippie devota al Peace and Love, quindi evita manifestazioni di nudità: con ciò voglio dire che se hai caldo non puoi toglierti la maglietta e restare con il reggiseno, saresti cool solo in qualche foto in bianco e nero e in un’altra epoca. La verità è che nessuno vuole stare a contatto con la tua pelle sudaticcia, tanto più se la distanza tra un individuo e l’altro è inesistente! invece di denudarti pensa bene al tuo abbigliamento prima di andare al concerto, tessuti freschi, capelli legati e bel ventaglio… controlla i tuoi spiriti bollenti!
    Vasco_concerto_Roma_Adn
    Tutto ciò succede a un concerto di Vasco… come mai non sono stupita? in ogni caso anche lui ha fatto del bene–> CANZONE

    Mi sento infine di includere nell’articolo alcune regole di comportamento:

  • NON DIMENARTI;
  • NON SBACIUCCHIARTI CON NESSUNO;
  • NON FUMARE (vale per tutti tranne per me);
  • NON FILMARE IL CONCERTO… GODITELO!

Ecco i consigli di FattiFatty sull’outfit da concerto… ma più che altro il mio consiglio è proprio quello di andare a un concerto!

La musica è l’unica che ti capirà sempre, nei momenti di gioia e si sconforto, è quella che ti conosce più di tutti e sa anche le cose che non dici. La cosa che mi stupisce di più  quando vado a un concerto è stare in mezzo a tanta gente che è lì per il mio stesso motivo, è un momento di pace ed io mi sento piccola come  una formica, poi improvvisamente la musica parte e ognuno di noi vive un’esperienza diversa e unica, improvvisamente sono sola, con la migliore compagnia del mondo: la musica!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

Diario di una Personal Shopper

Buongiorno Girls, oggi FattiFatty vi parla di shopping!

wp-1499642393370.jpgFare acquisti in questa giungla di negozi può essere davvero difficile, molto spesso impossibile (soprattutto con i saldi) per questo serve una guiding light cioè una personal shopper!

Questa figura professionale, già conosciuta all’estero, ha iniziato a fare capolino in Italia agli inizi del 2000 e sta diventando sempre più presente nelle grandi città come Roma, Milano, Firenze, Torino e la mia bella Napoli.

FattiFatty parte proprio da Napoli e si fa spazio in questo arduo mondo, armata di ascia, scudo ma sopratutto di BUON GUSTO!

Non è necessario essere stra miliardaria, o gravitare attorno al mondo dello spettacolo per servirsi di questa figura, il mood di FattiFatty inFatti, come la linea di abbigliamento omonima, intende offrire prodotti e servizi di qualità, mai dozzinali, a budget ridotti (per info)!

wp-1499642627247.jpg
Visita la nostra pagina Facebook e scopri le proposte della #summeredition!

Le informazioni che il tuo consulente si immagine deve necessariamente avere sono:

– età;

-taglia;

-evento;

-budget.

Fondamentale è regalarsi una mezz’oretta davanti a un buon caffè per conoscersi a vicenda, una volta capita la persona è anche facile capire in quale negozio portarla.

flavia.jpg
Ecco la bella Flavia alla ricerca del suo OUTFIT per la seduta di laurea con l’aiuto di FattiFatty … quale avrà scelto?

Ecco che si parte in perlustrazione alla volta di un primo store per capire la calzata del “sotto” e del “sopra”, la carnagione, i colori che di donano di più e la forma del tuo fisico.

collage.jpg
FattiFatty ti aiuta anche a “ricollocare” capi o accessori che hai già nel tuo armadio per ricreare un OUTFIT perfetto!

Non si gireranno molti negozi, una volta inquadrata la situazione sarai condotta esclusivamente in quelli che ti calza a pennello per stile e prezzo! Il compito della personal shopper sarà quello di trovare i capi che più ti valorizzino e adatti all’occasione a cui devi partecipare, al tuo stile di vita e all’ambiente che frequenti… semplicemente per essere te stessa ma al meglio!

retro
Retrophilia Vintage Clothing ci ha dato grandi soddisfazioni!

Concediti anche tu il lusso a piccoli prezzi… FattiFatty shopping&consiglidistile!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!


Donne, a Lavoro!

Buon pomeriggio Girls, oggi FattiFatty vi parla di Donne in carriera!

Questo articolo è per tutte le donne che lavorano: dalle segretarie ai magistrati, dalle libere professioniste alle insegnanti, da chi lavora in banca ai consiglieri comunali.

Amal Clooney è un’avvocatessa libanese naturalizzata britannica moglie di George Clooney. Considerata tra le donne arabe più influenti al mondo.

Prima con crisi del mezzo tempo e ora con il torrido caldo estivo la decenza delle figure professionali femminili si è sciolta davanti ai miei occhi!
In generale, ogni occasione ha un dress code specifico, se però sei una donna in carriera, e sei a contatto con il pubblico, questo dress code te lo porti addosso H24, quindi facci l’abitudine!

Michelle Hunziker conduce Striscia la Notizia in ciabatte!

Diciamocelo, c’è ancora parecchio da lavorare, ma il nostro posto nel mondo ce lo siamo guadagnato e dobbiamo rendere giustizia a tutte le nostre antenate, ogni giorno, con fierezza, e possiamo farlo semplicemente …. VESTENDOCI BENE!
Di buoni e cattivi esempi ne abbiamo a bizzeffe, quindi rimbocchiamoci le maniche e passiamo a qualche consiglio!

 MUST HAVE

  • GIACCA: si lo so, d’estate fa troppo caldo e d’inverno é scomoda sotto il cappotto, ma abbiamo voluto la parità dei sessi e se per gli uomini è obbligatorio indossare completi (in)gessati, camicia e cravatta almeno tu devi metterti la giacca,  niente storie!
    Mara-carfagna.jpg
    Mara Carfagna, da subrette a parlamentare è un attimo, ma lei lo ha fatto nel modo giusto!

    Siccome siamo donne e la moda ci tratta sempre bene, abbiamo l’opportunità di scegliere tra diversi tipi di giacche, con tessuti, forme e colori diversi! Ti concedo anche di indossare vestitini o jeans, per carità, ma sempre con la giacca!

    Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, una donna con le palle che non sempre “azzecca” gli outfit ma che non rinuncia mai alla giacca!
  • MONOCROMO: sono una grande amante delle fantasie, ma in questo ambito confondono solo le idee! Pulizia, chiarezza e monocromo!
    maria-elena-boschi-con-tailleur-blu.jpg
    Maria Elena Boschi, 36 anni, Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Gentiloni dal 12 dicembre 2016, semplicemente strafiga in questo tallieur blu!

    Poi di quale “cromo” stiamo parlando scegli tu, puoi azzardare anche i colori più audaci o al massimo micro fantasie, come i pois o i gessati, niente di più! Dopo tutto è la strategia della legenda vivente delle stile, con la carriera più longeva del mondo: Queen Elizabeth!

    queen.jpg
    Un arcobaleno di donna!
  • MAKE UP: se sei una desperate housewife posso pure capire che il macellaio ti veda senza trucco, ma se sei dietro a una scrivania devi avere SEMPRE un aspetto rilassato, sereno e concentrato. Nessuno deve vedere le tue borse sotto agli occhi o le tue sopracciglia incolte, il mondo ti vuole intelligente, pronta e … impeccabile, non deluderlo!

    ilary.jpg
    Hilary Clinton dopo una carriera politica sotto i riflettori nemmeno a 69 anni si permette di essere sciatta!

DA ELIMINARE

  • TOO MUCH- TO LESS: devi avere cura nella scelta del capo giusto al momento giusto. Non devi sembrare Cicciolina ma nemmeno Rosy Bindi!
    cicciolina
    Si in Italia abbiamo avuto anche questo!

    Serio non significa antiquato o troppo coperto, come la Presidente della Camera Laura Boldrini che per esempio è solita chiudersi in tailleur infelici e giacche che non le rendono per nulla giustizia. Dovrebbe osare, almeno con il colore.

    boldrini.jpg
    La regina del “Mai una gioia” è presidente della Camera dei Deputati!
  • BOTULINO: ok sei una donna in carriera e magari qualche soldino lo hai, ma non lo investire in botulino, altro che farti sembrare più giovane e fresca, sembrerai la Santanchè, decisamente esagerata!!!! Punta su un look freso e naturale!

    daniela.jpg
    Daniela Santanchè  non rinuncia mai a essere al passo con l’ultima tendenza, a volte anche troppo, seguendo alla lettera quello che impongono le sfilate… e non rinuncia nemmeno al botulino!
  • PANTOFOLE: le calzature sono molto importanti per una donna che trascorre la maggior parte della sua giornata fuori, e capisco quando possano far male i tacchi, o una scarpa stringata, ma cerca almeno di avere il buon gusto di non spantofolate indossando improbabili infradito da spiaggia o ciabatte da camera. In questa categoria rientrano senza dubbio alcuno gli stivali Ugg, da me definiti come l’anti-femminilità!

    Chaira-Ferragni-pantofole-Gucci.jpg
    Chiara Ferragni è una delle Under 30 più influenti del mondo (in pantofole)… se non è donna in carriera lei!

Care donne in carriera questi i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!