Donne, a Lavoro!

Buon pomeriggio Girls, oggi FattiFatty vi parla di Donne in carriera!

Questo articolo è per tutte le donne che lavorano: dalle segretarie ai magistrati, dalle libere professioniste alle insegnanti, da chi lavora in banca ai consiglieri comunali.

Amal Clooney è un’avvocatessa libanese naturalizzata britannica moglie di George Clooney. Considerata tra le donne arabe più influenti al mondo.

Prima con crisi del mezzo tempo e ora con il torrido caldo estivo la decenza delle figure professionali femminili si è sciolta davanti ai miei occhi!
In generale, ogni occasione ha un dress code specifico, se però sei una donna in carriera, e sei a contatto con il pubblico, questo dress code te lo porti addosso H24, quindi facci l’abitudine!

Michelle Hunziker conduce Striscia la Notizia in ciabatte!

Diciamocelo, c’è ancora parecchio da lavorare, ma il nostro posto nel mondo ce lo siamo guadagnato e dobbiamo rendere giustizia a tutte le nostre antenate, ogni giorno, con fierezza, e possiamo farlo semplicemente …. VESTENDOCI BENE!
Di buoni e cattivi esempi ne abbiamo a bizzeffe, quindi rimbocchiamoci le maniche e passiamo a qualche consiglio!

 MUST HAVE

  • GIACCA: si lo so, d’estate fa troppo caldo e d’inverno é scomoda sotto il cappotto, ma abbiamo voluto la parità dei sessi e se per gli uomini è obbligatorio indossare completi (in)gessati, camicia e cravatta almeno tu devi metterti la giacca,  niente storie!
    Mara-carfagna.jpg
    Mara Carfagna, da subrette a parlamentare è un attimo, ma lei lo ha fatto nel modo giusto!

    Siccome siamo donne e la moda ci tratta sempre bene, abbiamo l’opportunità di scegliere tra diversi tipi di giacche, con tessuti, forme e colori diversi! Ti concedo anche di indossare vestitini o jeans, per carità, ma sempre con la giacca!

    Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, una donna con le palle che non sempre “azzecca” gli outfit ma che non rinuncia mai alla giacca!
  • MONOCROMO: sono una grande amante delle fantasie, ma in questo ambito confondono solo le idee! Pulizia, chiarezza e monocromo!
    maria-elena-boschi-con-tailleur-blu.jpg
    Maria Elena Boschi, 36 anni, Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Gentiloni dal 12 dicembre 2016, semplicemente strafiga in questo tallieur blu!

    Poi di quale “cromo” stiamo parlando scegli tu, puoi azzardare anche i colori più audaci o al massimo micro fantasie, come i pois o i gessati, niente di più! Dopo tutto è la strategia della legenda vivente delle stile, con la carriera più longeva del mondo: Queen Elizabeth!

    queen.jpg
    Un arcobaleno di donna!
  • MAKE UP: se sei una desperate housewife posso pure capire che il macellaio ti veda senza trucco, ma se sei dietro a una scrivania devi avere SEMPRE un aspetto rilassato, sereno e concentrato. Nessuno deve vedere le tue borse sotto agli occhi o le tue sopracciglia incolte, il mondo ti vuole intelligente, pronta e … impeccabile, non deluderlo!

    ilary.jpg
    Hilary Clinton dopo una carriera politica sotto i riflettori nemmeno a 69 anni si permette di essere sciatta!

DA ELIMINARE

  • TOO MUCH- TO LESS: devi avere cura nella scelta del capo giusto al momento giusto. Non devi sembrare Cicciolina ma nemmeno Rosy Bindi!
    cicciolina
    Si in Italia abbiamo avuto anche questo!

    Serio non significa antiquato o troppo coperto, come la Presidente della Camera Laura Boldrini che per esempio è solita chiudersi in tailleur infelici e giacche che non le rendono per nulla giustizia. Dovrebbe osare, almeno con il colore.

    boldrini.jpg
    La regina del “Mai una gioia” è presidente della Camera dei Deputati!
  • BOTULINO: ok sei una donna in carriera e magari qualche soldino lo hai, ma non lo investire in botulino, altro che farti sembrare più giovane e fresca, sembrerai la Santanchè, decisamente esagerata!!!! Punta su un look freso e naturale!

    daniela.jpg
    Daniela Santanchè  non rinuncia mai a essere al passo con l’ultima tendenza, a volte anche troppo, seguendo alla lettera quello che impongono le sfilate… e non rinuncia nemmeno al botulino!
  • PANTOFOLE: le calzature sono molto importanti per una donna che trascorre la maggior parte della sua giornata fuori, e capisco quando possano far male i tacchi, o una scarpa stringata, ma cerca almeno di avere il buon gusto di non spantofolate indossando improbabili infradito da spiaggia o ciabatte da camera. In questa categoria rientrano senza dubbio alcuno gli stivali Ugg, da me definiti come l’anti-femminilità!

    Chaira-Ferragni-pantofole-Gucci.jpg
    Chiara Ferragni è una delle Under 30 più influenti del mondo (in pantofole)… se non è donna in carriera lei!

Care donne in carriera questi i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

Advertisements

BEACH GIRL

Buongiorno Girls, oggi FattiFatty vi parla di COSTUMI DA BAGNO!

Maturande, universitarie, praticanti e donne in carriera, a questo punto ci troviamo tutte nella stessa brutta situazione chiamata PROVA COSTUME!

pezzo intero

Nessun capo va scelto a caso, ci sono sempre delle proporzioni da rispettare, e il costume da bagno di certo non fa eccezione!

Vi è chiaro ormai l’outfit da spiaggia, ora però dobbiamo capire cosa c’è sotto.

La moda è in continua evoluzione, o anche involuzione, la storia si ripete e le tendenze ritornano, dai bikini ai trikini e, con mio sommo piacere, di nuovo ai costumi interi, ma come per l’abbigliamento “a ciascuno il suo“!

MELA

Ricordiamo che il fisico a Mela è caratterizzato da spalle larghe, busto importante e assenza del punto vita, il tutto su un bacino stretto e un paio di gambe sottili e affusolate. Questo tipo di fisico assomiglia anche a un triangolo capovolto, dove la base sono le spalle e man mano che si scende verso il basso troviamo la punta, il nostro obbiettivo è bilanciare il sopra col sotto, quindi far cadere lo sguardo sulle gambe, o su un seno prosperoso come nel caso della nostra Kate Upton, e distogliere l’attenzione dalla spallaccia da muratore e il fianchetto sbordante.

kateupton
Kate Upton, supermodella e attrice!

Il tuo punto debole è la pancia, ma non temere non devi rinunciare al bikini, ideali per te sono i modelli in stile retrò, tipo anni Cinquanta con uno slip a vita!

costume mela.jpg
La vita alta e le bande laterali scure sono molto strategiche!

Consigliati i costumi interi ma solo quando hanno intrecci e fantasie per creare l’illusione di un punto vita, mai e poi mai a una mela è concesso il costume olimpionico che mette in evidenza le spalle!

pezzo intero
Il monocromo laterale+drappeggio a fantasia sulla pancia= risultato garantito!

Altrimenti sai che c’è di nuovo? un bel Tankini, cioè un modello a canottiera da sopra, arrivato da noi solo ora ma negli USA già di casa, sarai a tuo agio e sicuramente alla moda! ​

tankini
Tankini a volontà!

PERA

Le donna a Pera sono esattamente il contrario delle Mele, le spalle sono sottili, il punto vita molto segnato il tutto in coordinato con un bacino molto largo e un bel sederone.

kim.jpg
Kim e il suo sederone (vero o finto?) si fanno sempre notare! Questa foto ci insegna quanto possa giovare un costume sgambato!

Qui ci ritroviamo un triangolo dritto, dove il punto più largo si trova sul sedere e man mano che andiamo verso l’alto si va a rimpicciolire. La grande fortuna di questa categoria è che oggi la Donna a Pera va moltissimo, infatti dopo l’avvento delle varie Kim Kardashian, Nicki Minaj ecc… le Pere sono diventate le più sexy del momento: il sedere grosso non si nasconde più, al contrario si mette in evidenza, nonostante ciò c’è una linea sottile tra essere sexy e essere volgare, avendo già curve pronunciate sfociare nel too much è veramente semplice.

laura brioschi
Laura Brioschi, classe ’89 italianissima. Curvy model e fondatrice del blog lovecurvy.com incanta tutti con le sue meravigliose forme a suon di #curvyisnotacrime

Questa regola vale anche per i costumi da bagno, l’importante però è sempre bilanciare il sopra e il sotto e quindi un bel due pezzi con il decolletè in bella mostra, perfetto il modello a balconcino o a triangolo, anche imbottito, ma sempre allacciato dietro al collo, evidenzierà le spalle e creerà armonia con il sederone! Non benissimo i pezzi interi perchè se è vero che mettono in evidenza il giro vita ti fanno anche sembrare più bassa.

Le pere, haimè devono evitare i costumi a vita alta che evidenziano le cosce e i fianchi troppo larghi!

ashley-graham-si-swimsuits-for-all-campaign-today-170209-08_4e1a8862f402a5a27f331534b83d053e.today-inline-large
Ashley Graham è abituata a sfatare tutti i miti con dei piccoli semplici accorgimenti. Il costume a vita alta è concesso quando fa la V sulla pancia, in modo da mettere in evidenza il punto vita!

 

BANANA

La donna a Banana è caratterizzata dall’assenza di curve, nel senso che ha le stesse misure al seno, al punto vita e ai fianchi. Qui il triangolo scompare del tutto e ritroviamo un  RETTANGOLO!

camerondiazrettangolo
Cameron Diaz, attrice e doppiatrice

E’ un tipo di fisico che per parecchio tempo ha fatto tendenza, infatti se magro corrisponde a quello delle Super Modelle filiformi!

Nella vita reale però se è vero che la Donna Banana può indossare di tutto è vero anche che deve combattere con la sua assenza di curve!

chiara
Chiara Ferragni, nella sua totale assenza di curve, sfoggia un pezzo intero bianco che poche possono permettersi!

Per questa donna androgina sono perfetti i due pezzi a triangolo e slip con i laccetti, di grande femminilità e che esaltano le gambe! Il pezzo di sopra, legato dietro al collo, valorizza le spalle e riequilibra la forma “rettangolare” di questa tipologia di fisico. Vai di push-up senza timore, triangolini e balconcini!

demi
Demi Moore ha un fisico a banana e questo non le ha impedito nè di essere un Bond Girl, nè tanto meno di essere supersexy… anche oggi a 54 anni!

Care bellezze al sole questi erano i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Parola di Curvy 😉

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

(IM)MATURITA’

Buon pomeriggio little Girls 🙂 oggi FattiFatty vi parla della Maturità!

KEEP CALM.jpg

E’ un articolo fuori programma, perdonatemi avendo passato (da un po) la maturità non mi ero accorta che domani iniziano gli esami!

Eh si, siamo alla vigilia della prima prova, quella di italiano, dopodomani la seconda prova specifica per ogni indirizzo, lunedì prossimo la temutissima terza prova, mix fatale di tutte le materie, e poi si partirà con i malefici orali!

Io sono del parere che l’abito fa il monaco e se i tuoi amici e i tuoi prof ti hanno sopportata per ben 5 anni, anche con i tuoi capelli sporchi e alle occhiaie, i commissari esterni ti vedono per la prima volta… non facciamo brutte figure!

E’ tempo di toto-tema… è tempo di toto-outfit!

Ah che nostalgia, ricordo il mio esame di stato, ero una scapestrata ma in tema di outfit c’ho sempre visto lungo ;-), ecco qualche consiglio alle maturande:

MUST HAVE 

  • KEEP CALM: non stravolgere il tuo stile proprio in questi giorni, già l’ansia è a livelli storici, figurati se proprio ora vuoi dare una svolta al look! Non cercare di essere diversa da quella che sei perchè ” you’re amazing just the way you are” ( scusatemi ma in settimana sono stata al concerto di Bruno Mars e non poteva mancare la cit.). Il tuo look va adattato all’esame di stato, quindi se sei una Barbie evita il rossetto fucsia e le guance scarlatte, se sei una punkabbestia evita i il collare di borchie e se sei una secchiona almeno fatti i baffi! L’unica cosa davvero importate è avere un aspetto pulito e fresco, capi stirati e profumati e visini angelici!
  • STILE TATTICO: come siamo brave, rispettiamo il nostro stile … ma diciamo la verità in tempo, in ogni luogo e in ogni lago, agli scritti si porta la cartucciera, i bigliettini e chi più ne ha più ne metta! Indossa capi ariosi, morbidi e comodi. Non intendo un sacco a pelo, ma ad esempio canotte con camicie aperte sopra (che non aderiscono al corpo), maglie stile impero (taglio sotto al seno e larghe sulla pancia), maniche a pipistrello (queste sono le più tattiche).

    pipistrello.jpg
    Maniche strategiche… ci potrai nascondere di tutto! 
  • COLLEGE: bon ton e stile college sono perfetti per dare una buona impressione, camicetta bianca + gonna= stile vincente! Ovviamente stiamo parlando di capi che non lasciano scoperto il ginocchio e non alle Britney Spears in “oops i didn’t again“! Se sei restia alla gonna allora opta per il super classico jeans, e se ti senti troppo costretta in una camicia, allora opta per le polo, in tinta unita o a righe stile marinaretto!

    rughe
    FattiFatty #righe in perfetto stile college! AFFRETTATI RESTA SOLO UNA XL!

DA ELIMINARE

  • CHIAPPE AL VENTO: è inutile che “vieto” i jeans strappati, ormai non ne potete fare più a meno, ma almeno evita gli strappi sul sedere, così come la vita bassa e i pantaloncini corti e/o trasparenti, sulla stessa linea le scollature… mia cara sono finiti i tempi in cui l’esame si passa mettendo in mostra il corpo, siamo donne emancipate!jeans.jpg
  • MODA MARE: le ciabatte sono vietate già in diversi contesti sociali, è vero che fa caldo ma cerca di indossare le scarpe chiuse! Noi donne possiamo permetterci anche il lusso di indossare dei sandali aperti, ma sempre composti e allacciati alla caviglia; il trucco “vado trasandata così pensano che ho studiato di più” non funziona. Ah quasi dimenticavo: nessuno vuole vedere le vostre ascelle… presumibilmente poco profumate a fine giornata!

    ciabatte.jpg
    Nemmeno se sei Chiara Ferragni puoi indossare le ciabatte durante l’esame di stato.
  • BY NIGHT: niente tacchi o sbrilluccichii, niente eye liner alla Amy Winehouse o rossetti appariscenti. Non vi impiastricciate la faccia di fondotinta e blush, fa caldo e siete agitate, la vostra faccia non sarà indifferente a tutto ciò e colerete inesorabilmente a picco! Per ovviare ai 40 gradi opta per una base trucco leggerissima e capelli raccolti in uno chignon basso o una coda di cavallo!

    anna tatangelo.jpg
    Anna Tatangelo

Care maturande questi erano i consigli di FattiFatty per voi, un grandissimo in culo alla balena a tutte!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

CURVY POWER

Buongiorno Girls, oggi FattiFatty vi parla delle donne Curvy!

Un argomento a me molto caro, che è stato anche il “movente” per la creazione di questo  blog e della linea di abbigliamento FattiFatty. Tutto infatti è nato dal mio essere Curvy, dapprima con sconforto e frustrazione, successivamente con fierezza e con la consapevolezza di avere un corpo diverso da quello delle nostre amiche SuperSkinny!

laura brioschi
Laura Brioschi, classe ’89 italianissima. Curvy model e fondatrice del blog lovecurvy.com incanta tutti con le sue meravigliose forme a suon di #curvyisnotacrime

Curvy si nasce, ma ci si diventa pure, ed oggigiorno questo non è più un problema, il mondo della moda si è accorto di noi e stiamo letteralmente prendendo il sopravvento, dai classici brand di taglie forti come Marina Rinaldi, Elena Mirò oggi anche i più grandi negozi low cost hanno la linea Curvy, come Zalando, OVS e Asos quest’ultimo in particolare offre una scelta vastissima anche per tutti gli altri tipi di fisico, dalla linea TALL a PETIT e PREMAMAN, alternative mai di seconda scelta per esigenze diverse!

La battaglia non è quindi soltanto delle Curvy ma delle diversità in generale,

super model con la vitiligine

chantel
Chantelle Winnie

dalle sembianze aliene

molly
Molly Bair

diversamente abili

madeline
Madeline Stuart

con gli occhi storti

brunette
Brunette Moffy

e afroamericani albini

shaun
Shaun Ross

poco importa, il mondo è bello perché è vario e l’ideale della perfezione non esiste più!

Mi sembra quasi una battaglia di diritti, e non di moda, in cui si celebra la libertà di espressione e di sviluppo della propria personalità!

Detto ciò mie care non è tutto rosa e fiori, perché se è vero che non ci dobbiamo fare il problema con qualche kg in più è pure vero che Curvy è un modo carino per dire grassottella, quindi ci saranno delle regole abbastanza ferree da seguire per non essere inopportune, volgari o eccessive!

curvy
Evidente la differenza tra le due finaliste di Miss Italia 2016, la Curvy è la bellissima Paola Torrente e l’altra è la vincitrice di quell’anno, ma guardando questa foto non condivido affatto il verdetto! 

Passiamo ora a qualche consiglio per le donne Curvy:

MUST HAVE

  • COLORI: un tabù da sfatare è che se sei Curvy il tuo must have deve essere il total black, non è affatto vero, a giovare è il monocromo, cioè vestirsi di un unico colore, anche total white, senza spezzare la figura con altri colori o forme. Punta quindi sulle diverse sfumature dello stesso colore, da capo a piede, vietate i cinturoni a contrasto e via libera a bijoux vistosi, maxi borse e foulard. Se sei restia a questa regola del mono colore, segui almeno le dritte sulle tipologie di fisico, indipendentemente dal tuo peso, e cioè se sei una Mela, una Pera o una Banana.

    philomena.jpg
    La londinese Philomena Kwao
  • ABITI: diciamo la verità i jeans non ti giovano molto, non prenderla a male e fai una scorpacciata di abiti. ATTENZIONE: Tieni sempre ben coperte le ginocchia, che evidentemente non sono il tuo forte, e le braccia che sono le prime cose che si rammolliscono! Metti in evidenza i tuoi punti forti con scolli generosi e taglio in vita 🙂
    francy
    Taglio in vita e ginocchia coperte! La gonna #righe è quasi sold out, ne restano solo 2, L e XL … la fortuna di essere Curvy!

    queen
    La meravigliosa Queen Latifah, attrice #SuperStrong una donna che di certo non si è lasciata condizionare dal prorpio peso!
  • INTIMO: è un segreto, nessuno dovrebbe saperlo, e se qualcuno vi scopre… uccidetelo. Sto parlando della guaina contenitiva, della panziera, delle mutandone rinforzate, insomma chiamatelo come volte. Abundare est melius quam deficere  ma se l’abbondanza ti straborda da tutte le parti allora non benissimo. Conteniamoci ragazze, mantenendo la nostra dimensione ma dandogli un senso. In più, anche se fai finta niente, se non indossi dei pantaloncini contenitivi, soprattutto d’estate, il tuo interno coscia prenderà fuoco dopo un paio di passi a piedi, quindi unisci l’utile al dilettevole per un risultato SODO e COMPOSTO.
    kim.jpg
    La Queen delle Curvy d’oltreoceano, Kim Kardashian,  non rinuncia alla guaina contenitiva!

     DA ELIMINARE

  • FANTASIE: da prendere con le pinze gli abiti a fantasia, un motivo carino e grazioso addosso a te potrebbe sgranarsi e perdere la forma facendoti sembrare poco armonica. Totalmente eliminate le righe orizzontali, le macro fantasie e l’animalier,  concesse le righe verticali, le micro fantasie, come i quadretti e il gessato stretto, e i meravigliosi pois!

    ashley-graham3.jpg
    Eccoci a Ashley Graham , tra le 100 persone più influenti del mondo secondo Time, oggi è certamente il simbolo di femminilità! Mio malgrado la devo inserire nella “lista nera” dell’articolo di oggi, questo suo ostentare la “curvosità”, come nella foto ai VMA di quest’anno, non le giova! 
  • CROP TOP: adesso si usa questo temine per chiamare le magliettine corte di cui tu cara curvy non dovresti nemmeno sapere l’esistenza, certo io sono per portare fieramente le proprie curve, ma se hai la 50 di certo non ti puoi mettere la pancia da fuori, non prendiamoci in giro. Quindi non fatevi ingannare dalle (bellissime) modelle curvy in circolazione, l’addome scoperto gli sta bene solo perchè sono ferme in posa, l’effetto non sarebbe lo stesso dal vivo!
aguilera_burlesque3.jpg
Reginette del pop in gioventù e maestre negli sbalzi di peso, Christina Aguilera e Britney Spears, anche nel periodo Fat hanno continuato ad usare gli abiti sbagliati| 
Laura Brioschi nel “il bello delle curve” su LA7
  • MISURE INFERIORI: il tuo primo nemico è la taglia UNICA, non calza bene nemmeno alle magre figuriamoci a te! Non comprare abiti di misure più piccole della tua illudendoti di essere entrata in una 44. Il primo passo per essere presentabile infatti è azzeccare la taglia, “rassegnati” alla tua e compra solo capi ti calzano alla perfezione! Lo so, non tutti i negozi dove entrerai avranno quello che desideri e dalla tua taglia… FattiFatty invece SI, gonne e foulard in coordinato dalla S alla XL (scusate la sviolinata)

    marih.jpg
    Una che proprio non si vuole arrendere al suo essere Curvy è Mariah Carey, che persevera nello strizzarsi in abitini succinti e ad usare Photoshop!

Care diversamente magre questi erano i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Parola di Curvy 😉

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

FattiFatty by the sea <3

Buongiorno Girls, oggi FattiFatty vi parla di un argomento caldissimo: L’OUTFIT DA SPIAGGIA!

mappy.jpg
Un Total Look FattiFatty per una giornata in barca ❤

La mezza stagione è ormai passata e anche se giugno non è iniziato da molto ho già visto diversi scempi, quindi è il caso di affrontare l’argomento per chiarirti un po’ le idee!

Per i vostri amici/fidanzati/mariti è facile, bastano infatti tre cose: costume+asciugamano+infradito. Nonostante le variabili siano davvero poche, molti cadono lo stesso in errore sfoggiano attillati costumini bianchi senza essere David Gandy della pubblicità di Dolce e Gabbanad e g.jpgoptando per canette smanicate alla Jared Letojared.jpge addirittura usando dei sandali, dimenticando che può indossarli solo Massimo Decimo Meridio!sandali

Detto ciò, giusto per tranquillizzarti, godersi la bella stagione con stile non è poi così facile!

MUST HAVE 

  • PEZZO INTERO: abbasso i trichini e i tanga striminziti … WELL COME BACK PEZZO INTERO ❤ Per fortuna la storia si ripete e dopo diversi anni di volgarità sono ritornati di moda i costumi alla Marilyn. E’ inutile dire che a te non stanno bene, parti da un preconcetto sbagliato, ci sono diversi tipi di costume intero e come per gli abiti, ognuno è fatto per un tipo di fisico; o credi ancora che ti stia meglio il costume con i laccetti a vita bassa? Unico accorgimento sono le coppe, per evitare l’effetto seno cadente sceglilo sempre con le coppe rinforzate!pezzo intero.jpg
  • SANDALO IN CUOIO: se per i tuoi amici maschietti il sandalo è da escludere, per te  è perfetto! Rigorosamente basso, il sandalo in cuoio può essere abbinato ad un look chic “moda mare Positano”, ad un look hippie con la coroncina di fiori tra i capelli e pantaloncini di jeans e per finire anche al look naive con la gonnellina a righe!flats-and-maxi.jpg No all’infradito di gomma, dovresti eliminarlo dalla tua vita, e no alle scarpe da ginnastica, voglio vedere come te le rimetti con i piedi tutti umidi e sporchi di sabbia, al massimo se vai in barca andrà bene una scarpetta di tela ma solo per evitare di scivolare rovinosamente sul pontile!

    navie
    Tra pochissimo la SummerEdition di FattiFatty con tanti tessuti Navy!
  • BORSELLO: più importante della borsa da mare è il c.d. borsello ;-)! Ok per andare in spiaggia ci vuole una borsa grande e capiente, in grado di contenere la tua asciugamento, la scodella con l’insalata dietetica del tuo fidanzato, l’ultimo Cosmopolitan e la protezione solare. E se devi alzarti per andare al bar? ecco che entra in gioco il borsello, è lui il protagonista degli accessori da spiaggia. Evita quelli di fortuna, stile bustina della spesa e quelli trasparenti, nessuno vuole sapere le tue cose personali. Opta per quelli in tessuti tecnici o impermeabili a prova di tuffo!victoria

DA ELIMINARE 

  • MAKE UP:  confesso che io stessa sono caduta in passato nell’errore di truccarmi per andare al mare. A partire dalle sopracciglia non definite per poi passare alle occhiaie: a chi non viene la tentazione di darsi un’aggiustatina? Il problema sorge dopo i primi 5 minuti che sei in spiaggia: ti colerà tutto a picco! Quindi mi raccomando niente make-up eccessivi, al massimo un velo di gloss sulle labbra o un rossetto indelebile in colori chiari (come il double touch di Kiko) e di mascara waterproof!

    joker
    effetto Joker assicurato!
  • TACCO: che la tua giornata sia in spiaggia, a bordo piscina o in barca, mai e poi mai devi indossare un tacco, di nessuna altezza, di nessuna dimensione e di nessun colore. Se sei una patita della sopraelevazione puoi usare una zeppa ma senza mai superare i 6/7 cm!

    cose molto strane
    cose molto strane dal web!
  • BIJOUX: soprattutto ai primi bagni il bisogno di “addobbarsi” per sembrare meno bianche e brutte ci sovrasta, ma attenzione: avere un look curato non significa riempirsi di bijoux. Anche questo è un errore che ho fatto in prima persona e ti assicuro che andare al mare con degli orecchini a lampadario, bracciali pendenti e anelli è in primis molto scomodo ma soprattutto è inopportuno. Per non rinunciare alla tua femminilità opta esclusivamente per orecchini al lobo o con un pendente molto piccolo, di qualità non eccessiva perchè al 90% li perderai in mare!

    riri rio.jpg
    ecco per essere più chiara questo è il look giusto per il carnevale a Barbados e non per andare al mare!

Carissime bagnanti questi erano i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!

 

GRADUATION DAY

Buon Pomeriggio Girls oggi a grande richiesta FattiFatty vi parla di un argomento molto importante: la laurea!

Diciamolo è periodo di lauree, tra giugno e luglio c’è il boom delle sedute e quindi, mie care laureande, armiamoci di stile e andiamo a conquistare le facoltà di tutt’Italia!

E’ un traguardo personale che scatena un uragano di emozioni: dall’ansia per la discussione della tesi alla gioia per aver finito gli esami, dalla paura di non trovare un lavoro alla soddisfazione di aver ottenuto il titolo di Dott.ssa … ma sopratutto il PANICO DA OUTFIT!

E’ inutile dire che “l’abito non fa il monaco” la verità è che lo fa e come, e se tu dopo anni di sacrifici, impegno e crescita personale sei vittoriosamente riuscita a concludere il tuo ciclo di studi allora il tuo outfit deve esprimere tutta la professionalità e autorevolezza del caso!

MUST HAVE

  • TAILLEUR: “no sai è un cliché non è vero che alla laurea ci vuole il tailleur”: SBAGLIATO! La laurea è l’anteprima di come ti presenterai al mondo del lavoro qualsiasi sia la facoltà in cui ti laurei. Oggigiorno questo capo non è affatto banale, puoi scegliere tra quello con la gonna, col tubino, col pantalone a palazzo, con quello capri e ancora tra le fantasie più disparate e colori particolari, pois e righe. Insomma trova il tailleur che fa per te e indossalo alla tua laurea!
    rossella laurea
    Ecco Rossella Scotti alla sua laurea magistrale…

    nunzia.jpg
    Nunzia Scotti , le fondatrici di FattiFatty!  Tutti e tre i completi sono rigorosamente Luisa Spagnoli!
  • TACCHI SI O NO: allora qui il must have è sulla scarpa giusta, indipendentemente che abbia il tacco o meno. L’unica variabile è la tua personalità che ,accompagnata dal buon gusto, non deve essere assolutamente snaturata in un giorno come la laurea. Ovviamente quando parliamo di tacco non stiamo parlando di un tacco 12 cm con plateau o con stringhe sadomaso, ma di decolleté o anche sandali con: 1)tacco e punta sottile; 2)alti non più di 10 cm; 3)colori sobri e neutri che vanno dal classico nero/grigio e che possono arrivare anche al nude/ beige e al rosa cipria. Di grande tendenza anche la scarpa maschile per un look più androgino e che sotto un tailleur SPACCA, anche alla laurea!

    MIKI
    Gilet e pantaloni a palazzo gessato grigio/rosa perfetti anche con la scarpa bassa!
  • HAPPINESS: siccome è un evento felice e non un funerale evita il total black e dai vita al tuo look con i colori. Certo il nero è un ever green, ma considerando che ti laureerai nella decade tra i 21 e 30 anni cerca di mettere un po di gioia nel tuo outfit, se poi non puoi proprio fare a meno del nero almeno mixalo con un capo chiaro o almeno a fantasia. Da prendere con le pinze il black&white considerando che l’effetto “camerira” è dietro l’angolo! Soprattutto se ti laurei in primavera/estate opta per il blu, in tutte le sue sfumature,  e se il fisico te lo permette metti un tailleur bianco e la lode nello stile è assicurata!
    rihanna-in-total-white (1)
    Rihanna!

    jessy.jpg
    Jessie J in un magnifico doppiopetto bianco!

DA ELIMINARE

  • LUNGHEZZE: sembra scontato ma credetemi non tutte lo hanno capito. Sono vietati, senza alcuna eccezione tutti gli abiti o gonne troppo corte. Niente scollature evidenti. Niente pantaloni troppo attillati che ti si vede pure il segno delle mutande o addirittura trasparenti. Il tuo mantra deve essere la sobrietà…anche perchè chi vuoi che si affidi a te per un qualsiasi incarico se sembri una battona?

    Jennifer-Aniston-Critics’-Choice-Awards-tailleur-Gucci-3.jpg
    Jennifer Aniston in questo completo Gucci sta benissimo, ma per una laurea sarebbe opportuno portarlo con una camicia!
  • CERIMONIA STYLE: mi tocca sottolineare anche questo, perchè davvero i miei occhi hanno visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare: scarpe brillantinate e pochette di raso rosso, capelli alla luigi sedicesimo e trucchi scintillanti, pizzi e merletti! VERGOGNA! Devi essere elegante come lo era Audrey Hepburn nel su tubino nero, anzi ti dico di più tu evi essere professionale! Riserva il look da cerimonia per le sedi opportune ( seguendo i consigli dell’articolo Time to Celebrate ), e elimina per cortesia l’idea di un abito lungo, opta al massimo per quello a mezzo polpaccio, stile anni 50′.

    lady gaga.jpg
    No ai tessuti lucidi, li può usare solo Lady Gaga al Super Bowl!
  • SCIATTONERIA: non travisare le mie parole pensando di poter indossare una t shirt o dei jeans strappati, in nessun caso questi due capi, insieme o separati, devono essere presenti alla tua laurea, nemmeno se ti laurei in arte o letteratura orientale e ti senti una tipa alternativa. Qualcuno ammette alle lauree anche il jeans con la giacca ma io lo escludo fermamente, hai alle spalle una vita da una universitaria in cui questo capo ha fatto da padrone, fai capire al mondo che sei diventata grande e seria e che adesso posso chiamarti DOTTORESSA!
    kristen-stewart-sundance__oPt
    Il look alla Kristen Stewart può essere accettato nel periodo univeritario…

    Nikki Reed
    quello alla Nikki Reed anche dopo la laurea, ma il giorno della seduta NO JEANS!

Carissime laureande questi erano i consigli di FattiFatty per voi!

NB: tutte le regole appena esposte possono essere infrante, ma solo se lo fai con consapevolezza e personalità!

Vuoi altri consigli? Chiedi a FattiFatty, magari nel suo armadio c’è quello che fa per te!